Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Ambiente
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Faq Agenda21 provinciale

Elenco domande frequenti

  1. Cosa si intende per sviluppo sostenibile?
  2. Che cosa è Agenda21 e perché si chiama così?
  3. Cosa rappresenta l'Europa per Agenda21?
  4. Che ruolo hanno i cittadini?

1 Cosa si intende per sviluppo sostenibile?

Per sviluppo sostenibile si intende: "uno sviluppo che risponda alle necessità del presente, senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare le proprie esigenze”. Ossia lo sviluppo sostenibile è caratterizzato da una visione di lungo periodo, basata sulla concezione che la produzione e i consumi della società odierna non devono compromettere le condizioni economiche, sociali ed ambientali delle generazioni future. (Torna all'inizio)

2 Che cosa è Agenda21 e perché si chiama così?

La necessità di un'integrazione tra ambiente ed economia è stata ufficialmente sancita durante la Conferenza mondiale su ambiente e sviluppo, tenutasi a Rio de Janeiro nel 1992. In quell'occasione i paesi partecipanti firmarono l'Agenda 21, un documento programmatico che indica le azioni da intraprendere per attuare uno sviluppo sostenibile. Un'Agenda per il 21° secolo, appunto, che programma azioni e interventi volti allo sviluppo sostenibile.(Torna all'inizio)

3 Cosa rappresenta l'Europa per Agenda21?

La Conferenza di Aalborg, tenutasi nell'omonima città danese nel maggio 1994, ha posto la prima pietra del movimento per l'Agenda 21 in tutta Europa. In quell'occasione venne presentato e discusso un documento, in seguito noto come Carta di Aalborg, contenente i criteri e le modalità di applicazione delle A21 Locali.(Torna all'inizio)

4 Che ruolo hanno i cittadini?

L'Agenda 21 locale è un'occasione per coinvolgere l'intera comunità nella gestione del proprio territorio. E' un processo, che valuta lo stato delle risorse ambientali e la pressione cui sono sottoposte, definisce gli obiettivi di sostenibilità e le strategie per conseguirli, adotta un programma di azioni orientate in funzione delle specifiche caratteristiche del contesto locale. Per strutturare e sviluppare una Agenda 21 provinciale occorre prevedere la partecipazione ed il coinvolgimento, oltre che delle autorità locali di:

  1. Cittadini, che vanno coinvolti nelle decisioni amministrative non solo in qualità di elettori e contribuenti, ma soprattutto perché principali interessati a problemi come il traffico, il consumo di risorse, la produzione di rifiuti, la sicurezza.
  2. Gruppi di interesse, come associazioni ambientaliste, sindacali, religiose, civili, culturali che possano apportare in termini di esperienza e volontariato un contributo fondamentale.
  3. Associazioni di categoria, in rappresentanza dei settori economici più significativi a livello locale. (Torna all'inizio)