Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Ambiente / Rifiuti
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Recupero dei rifiuti in Procedura semplificata senza avvalersi dell'AUA: modulistica

Dal 13 giugno 2013 è entrato in vigore il Regolamento recante la disciplina dell'Autorizzazione Unica Ambientale e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie Imprese e sugli impianti non soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale, a norma dell'art. 23 del D.L. 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla Legge 4 aprile 2012 n.35. Il citato Regolamento è stato approvato con il D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 29/05/2013, n. 124 - Suppl. Ordinario n.42.

L'Autorizzazione Unica Ambientale (AUA), ai sensi dell'art. 2 del D.P.R. 59/2013 è rilasciata dallo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) e sostituisce gli atti di comunicazione, notifica ed autorizzazione in materia ambientale per i seguenti titoli abilitativi:
a) Autorizzazione agli scarichi di cui al Capo II, del Titolo IV, della Sezione II, della Parte III, del D.Lgs. 152/2006;
b) Comunicazione preventiva di cui all'art. 112 del D.Lgs. 152/2006, per l'utilizzazione agronomica degli affluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste;
c) Autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti di cui all'art. 269 del D.Lgs. 152/2006;
d) Autorizzazione generale di cui all'art. 272 del D.Lgs. 152/2006;
e) Comunicazione o nulla osta di cui all'art. 8, commi 4 e 6, della L. 447/1995;
f) Autorizzazione all'utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura di cui all'art. 9 del D.Lgs. 99/1992;
g) Comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli artt. 215 e 216 del D.Lgs. 152/2006.

Pertanto a decorrere dal 13 giugno 2013, nei limiti di quanto disposto dal DPR 13 marzo 2013 n. 59, l'utente interessato all'ottenimento dei suddetti provvedimenti deve presentare apposita istanza unicamente presso il SUAP territorialmente competente che la trasmetterà immediatamente, in modalità telematica, alla Provincia (Autorità competente al rilascio dell'AUA) che, a conclusione del procedimento amministrativo, adotterà il relativo provvedimento e lo inoltrerà al medesimo SUAP che rilascerà il titolo.

L'Autorizzazione Unica Ambientale:

  • nei casi in cui si debba procedere alla verifica di cui all'articolo 20 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, potrà essere richiesta solo dopo che l'autorità competente a tale verifica abbia valutato di non assoggettare alla VIA i relativi progetti;
  • avrà durata di 15 anni a decorrere dalla data di rilascio;
  • potrà essere richiesta alla scadenza del primo titolo abilitativo da essa sostituito.

╚ fatta comunque salva la facoltà di non avvalersi dell'autorizzazione unica ambientale nel caso in cui si tratti di attività soggette solo a comunicazione, ovvero ad autorizzazione di carattere generale, ferma restando la presentazione della comunicazione o dell'istanza per il tramite del SUAP (art. 3, c. 3); di seguito è disponibile la modulistica per la presentazione di Comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli artt. 215 e 216 del D.Lgs. 152/2006 da utilizzare in tale evenienza.

logo zip Nuove e varianti sostanziali .zip 137K

logo zip Rinnovi .zip 136K

Diritto di iscrizione annuale

Per la tenuta del registro di cui all'articolo 216, comma 3,  del D.Lgs. 152/2006 e per l'effettuazione dei controlli periodici, l'interessato è tenuto a versare alla Provincia il diritto di iscrizione annuale previsto dal Decreto del Ministro dell'ambiente 21 luglio 1998, n. 350.

Classe di attività

Quantità annua di rifiuti t

Importo diritto Euro

Classe 1

Superiore o uguale a 200.000

774,69

Classe 2

Superiore o uguale a 60.000 e inferiore a 200.000

490,63

Classe 3

Superiore o uguale a 15.000 e inferiore a 60.000

387,34

Classe 4

Superiore o uguale a 6.000 e inferiore a 15.000

258,23

Classe 5

Superiore o uguale a 3.000 e inferiore a 6.000

103,29

Classe 6

Inferiore a 3.000

51,65

Il pagamento dovrà essere effettuato:

  • contestualmente alla presentazione della prima comunicazione
  • entro il 30 aprile di ogni anno successivo

tramite versamento su conto corrente postale numero 46379731 (Codice IBAN IT68P0760111100000046379731), utilizzando un bollettino a tre cedole, intestato a "AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI BERGAMO - SERVIZIO TESORERIA" e dovrà obbligatoriamente riportare nella causale i seguenti elementi:

  • dicitura "Diritto di iscrizione annuale per attività di recupero ai sensi dell'art. 216 del D.Lgs. 152/2006 - anno _______________"
  • denominazione e sede legale della ditta e insediamento produttivo (se diverso da sede legale)
  • partita IVA e codice fiscale.

Per ogni ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al Servizio Rifiuti o al Servizio Autorizzazione Unica Ambientale della Provincia di Bergamo ai numeri 035/ 387.562- 566- 567-549-552-824-781.


(09.05.2017)