Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Ambiente / AIA - Impianti termici
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

D.Lgs.46/2014 (Autorizzazione Integrata Ambientale)- Prime indicazioni ministeriali - 27.11.2014- Prime indicazioni regionali 6.8.2014 - Ulteriori  indicazioni ministeriali 17.06.2015

Con l'entrata in vigore del D.Lgs. 4 marzo 2014, n.46 (Attuazione delle Direttiva 2010/75/UE relativa alle emissioni industriali..) sono state introdotte nuove e rilevanti disposizioni in materia di Autorizzazioni Integrate Ambientali (AIA).

Regione Lombardia ha emanato una circolare esplicativa (n. 6 del 4 agosto 2014 con allegato), pubblicata sul BURL dell'8 agosto 2014 per una applicazione uniforme della disciplina AIA. Sul BURL del 9 febbraio 2015 è pubblicata la  Circolare regionale 22 dicembre 2014 - n. 11 - Ulteriori indirizzi sulle modalità applicative della disciplina in materia di autorizzazioni integrate ambientali (A.I.A.) recata dal titolo III-bis alla parte seconda del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, alla luce delle modifiche introdotte dal decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 46 .

Regione Lombardia con  dgr 3151 del 18 febbraio 2015  ha approvato  le metodologie per la predisposizione e approvazione, ai sensi dei commi 11-bis e 11-ter dell'art. 29-decies
del d.lgs. 152/06, del piano d'ispezione ambientale presso le installazioni soggette ad autorizzazione integrata ambientale
(A.I.A.) collocate in Regione Lombardia.

 

Con D.Lgs. 4 marzo 2014, n. 46 tra le altre novità, è stato esteso l'ambito di applicazione della normativa AIA a nuove attività dei settori industriali e di gestione rifiuti.

Con Legge Regionale 24/2014 pubblicata sul BURL dell'8 agosto 2014 - supplemento 32 sono state approvate modifiche alle leggi regionali 26/2003 e 24/2006, con l'individuazione di Regione quale l'autorità competente al rilascio delle autorizzazioni integrate ambientali relative alle installazioni esistenti qualificate come "non già soggette ad AIA” ai sensi dell'articolo 5, comma 1, lettera i - quinquies), del d.lgs. 152/2006, secondo quanto previsto dall'articolo 29, commi 2 e 3, del d.lgs. 46/2014.

I Gestori delle installazioni esistenti "non già soggette ad AIA”, ossia divenute soggette ad AIA per effetto del decreto legislativo 46/2014 , sono tenuti alla presentare istanza di AIA a Regione Lombardia entro il 7 settembre 2014.

Come chiarito da Regione Lombardia, restano di competenza provinciale:

  1. il rilascio di AIA per impianti nuovi;
  2. l'adeguamento di impianti già AIA alle disposizioni del d. lgs. 46/2014;
  3. il rilascio di AIA di impianti che rientrano nel campo di applicazione del d.lgs. 46/2014 a seguito di modifica impiantistica (in assenza di tale modifica non sarebbero soggetti).

Regione Lombardia con dgr 2645 del 14 novembre 2014 (pubblicata sul BURL del 21 ovembre2014) ha fornito ulteriori indicazioni.

MODALITA' CON CUI I GESTORI DELLE ATTIVITÀ DIVENUTE SOGGETTE AD AIA PER EFFETTO DEL D. LGS 46/2014 PRESENTAZIONE DI ISTANZA DI AIA ALLA REGIONE LOMBARDIA: consulta il sito della Regione Lombardia

__________________________________________________


 

Con DECRETO-LEGGE 4 luglio 2015, n. 92  è stato stabilito che

 "  1. All'articolo 29, del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 46, il
comma 3 e' sostituito dal seguente:
    "3. L'autorita' competente conclude  i  procedimenti  avviati  in
esito alle istanze di cui al comma 2, entro il 7 luglio 2015. In ogni
caso, nelle more della conclusione dei procedimenti, le installazioni
possono  continuare   l'esercizio   in   base   alle   autorizzazioni
previgenti, se  del  caso  opportunamente  aggiornate  a  cura  delle
autorita' che  le  hanno  rilasciate,  a  condizione  di  dare  piena
attuazione, secondo le tempistiche prospettate nelle istanze  di  cui
al comma 2, agli adeguamenti  proposti  nelle  predette  istanze,  in
quanto  necessari   a   garantire   la   conformita'   dell'esercizio
dell'installazione con il Titolo III-bis,  della  Parte  seconda  del
decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.".

(6.7.2015)