Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Ambiente / Servizio Ambiente / VIC / Dati e raccomandazioni
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Dati e raccomandazioni

Dati provinciali:

  • "Rete Natura 2000 - I siti di importanza comunitaria in provincia di Bergamo", volume pubblicato nel gennaio 2006 dal Servizio Aree Protette
  • "Siti d'importanza comunitaria in provincia di Bergamo - documentazione e quadro normativo" , DVD pubblicato nel maggio 2009 e distribuito a tutti i Comuni nel cui territorio ricade un SIC o una ZPS e ai Comuni confinanti con SIC e/o ZPS
  • Studio per la valutazione d'incidenza del PTCP della Provincia di Bergamo approvato con Delibera di Consiglio provinciale  40 del 22 aprile 2004


Contenuti minimi dello Studio d'incidenza

Lo studio d'incidenza deve fare riferimento ai contenuti dell'allegato G del DPR 357/97 e dell'allegato D della DGR 14106/03, nonché ai contenuti evidenziati nella Guida metodologica "Valutazione di piani e progetti aventi un'incidenza significativa sui siti della Rete Natura 2000 - Guida metodologica alle disposizioni dell'art.6, paragrafi 3 e 4 della Direttiva 92/43/CEE”, pubblicato nel novembre 2001 dalla Commissione Europea DG Ambiente.

Si evidenzia che lo Studio d'incidenza deve  essere connotato da un elevato livello qualitativo dal punto di vista scientifico e pertanto redatto da professionisti con adeguata esperienza e/o formazione in materia ambientale.

Nell'ambito dell'elaborazione dello studio d'incidenza si rimanda, quale ulteriore riferimento, ai piani di gestione dei SIC (laddove esistenti).

Raccomandazioni per i Comuni contermini a Siti Rete Natura 2000

I  PGT di Comuni nel cui territorio non ricadono Siti Rete Natura 2000, ma  che risultano contermini a Siti o a Comuni nel cui territorio ricadono tali Siti, devono essere sottoposti a VIC previa verifica delle possibili interferenze in fase di scoping (vd nota regionale del 05.11.2010).

Ciò vale a dire che nelle fasi preliminari della VAS deve essere verificata questa condizione e, laddove venga in modo argomentato e puntuale dimostrata l'assenza di interferenze, non risulta necessario sottoporre a VIC il Piano.  Ci si ispira al principio di "precauzione" per cui anche i "Comuni contermini", seppure non direttamente interessati dai Siti, sono chiamati a verificare adeguatamente tale aspetto; vi sono casi, peraltro, in cui è facilmente dimostrabile che un tale "allargamento di campo" non è necessario.

Se dagli approfondimenti compiuti in ambito di VAS emerge con chiarezza che non sussistono interferenze dirette o indirette del Piano sulla Rete Natura 2000, si ritiene non necessario procedere ad una valutazione d'incidenza.

Raccomandazioni per i Comuni interessati da elementi della RER

I comuni dovranno compiere specifici approfondimenti  in relazione all'eventuale previsione di ambiti di trasformazione interessanti elementi primari della Rete Ecologica Regionale, secondo quanto disposto nella DGR 10962/2009 di approvazione  della Rete, al fine di garantire la  coerenza globale della  Rete Natura 2000

(Data di creazione: 18.01.2010 - Ultimo aggiornamento: 16.04.2012)