Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Ambiente / Servizio Ambiente / GPP / Il GPP nelle scuole
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Il GPP nelle scuole

Anno scolastico 2012-2013

Per l'anno scolastico in corso, non avendo risorse per riproporre alle scuole il progetto "Il carrello intelligente", l'Ufficio Agenda21, rispondendo a una specifica richiesta della scuola secondaria di primo grado "Ernestina Belussi" di Comun Nuovo, ha proposto alle due classi prime un intervento in aula dedicato ai temi della riduzione dei rifiuti, dei consumi consapevoli e della riduzione degli sprechi. La presentazione, collocata nell'ambito di un percorso annuale scolastico legato all'ecologia, si è composta di una parte frontale teorica ispirata ai contenuti del manualetto "Rifiuti: prevenire è meglio che smaltire" pubblicato dalla Provincia e una parte collegiale con la compilazione da parte degli alunni di un questionario realizzato ad hoc per i ragazzi sugli stili di vita, con successivo commento dei risultati. A seguito dell'intervento in classe, i ragazzi hanno poi somministrato a loro volta a familiari e conoscenti il questionario, raccogliendo dati da 106 persone. I questionari raccolti sono poi stati consegnati ai ragazzi della classe 3^ B che, sotto la supervisione attenta della prof.ssa Rottoli, li hanno rielaborati, realizzando successivamente una rappresentazione grafica dei dati. Il lavoro è stato poi affidato alla classe 3^ A che, con la collaborazione della prof.ssa Lombardo, ha realizzato, con il supporto del computer, un file contenente tutti i grafici relativi.

Di seguito si trova il lavoro finale restituito dalla scuola

   Tabella di rilevazione questionario e Relazione 273K

   Indagine statistica 663K


Iniziative anni precedenti

2006-2007

Nell'ambito del Protocollo d'Intesa sottoscritto con CONAI il Settore Ambiente ha promosso la realizzazione di un seminario formativo destinato ai Docenti delle scuole secondarie di primo grado "Riciclando si impara”, tenutosi presso l'Ufficio scolastico provinciale di Bergamo il 9 maggio 2007. Il seminario era finalizzato alla successiva attuazione del programma di sensibilizzazione al problema dei rifiuti presso le scuole, attraverso la distribuzione di uno specifico apposito kit didattico distribuito ai docenti partecipanti durante l'evento.

Vai alla pagina del Protocollo d'intesa


2008

Nell'ambito del protocollo d'intesa tra Provincia - CONAI, sottoscritto nuovamente nel 2008, vengono attuati:

  • l'iniziativa "Riciclando si impara”, rivolta alle scuole secondarie di 1° grado, un percorso a premi per i migliori progetti in tema di riduzione dei rifiuti, miglioramento della raccolta differenziata, riciclo e recupero dei rifiuti, che ha portato all'assegnazione dei premi previsti a tre scuole
    Scarica la scheda del progetto
    Vai alla notizia della premiazione
  • visite guidate agli impianti di recupero rifiuti (Montello, REA, Ecocentro e Cartiera dell'Adda) per 10 istituti scolastici di scuola media superiore, per un numero complessivo di circa 360 studenti, finalizzato alla conoscenza e alla consapevolezza del ciclo dei rifiuti.

2009-2010-2011

Viene lanciato il progetto denominato "Il carrello intelligente", per avvicinare le nuove generazioni al concetto di "spesa consapevole".

Scarica la scheda di progetto 2010-2011
Vai alla notizia

Il progetto, realizzato in collaborazione con alcuni centri vendita di Iper e Auchan è finalizzato a sensibilizzare i ragazzi sulle tematiche principali legate a produzione-riciclo-smaltimento dei rifiuti, soprattutto rifiuti da imballaggio, ed educarli sulle tipologie di materiali che costituiscono gli imballaggi di determinati prodotti di consumo (frutta, detersivi, merendine…), così da guidarli nelle scelte che possano essere più ecocompatibili.
Partendo dal confronto reale fra prodotti rispondenti a criteri di ecompatibilità e altri estranei a tali criteri, si condurranno gli alunni all'individuazione di "buone pratiche” da utilizzare nella scelta dei prodotti al momento dell'acquisto, idonei quindi a guidare i genitori verso una spesa consapevole.