Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Protezione civile / Antincendio boschivo
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Le squadre di Antincendio Boschivo (A.I.B.) della provincia di Bergamo

Con Delibera di Giunta provinciale 70 del 5 marzo 2012 è stato approvato il Piano operativo antincendio boschivo, per la parte di territorio forestale di competenza della Provincia di Bergamo.

La Provincia di Bergamo avendo competenza quale ente forestale nel territorio al di fuori delle Comunità montane e dei Parchi regionali ha individuato le seguenti dieci squadre con più di 230 volontari di antincendio boschivo:

  1. AIB CAROBBIO DEGLI ANGELI di Carobbio degli Angeli
  2. A.V.P.C. PARCO DEL BREMBO di Osio Sopra - Squadra II livello
  3. CORPO VOLONTARI ANTINCENDIO BOSCHIVO - PRIMO SOCCORSO - SOMMOZZATORI - PROTEZIONE CIVILE - UNITA' 59 di Suisio
  4. GAL GRUPPO ANTINCENDIO LOMBARDIA di Caprino Bergamasco - Squadra II Livello
  5. GEAM GRUPPO ECOLOGICO ANTINCENDIO MAPELLO di Mapello
  6. GRUPPO ECOLOGICO SOTTO IL MONTE di Sotto il Monte - Squadra II Livello
  7. NUCLEO ANTINCENDIO MONTECANTO CARVICO di Carvico
  8. VOLONTARI ANTINCENDIO BOSCHIVO E PROTEZIONE CIVILE di Castelli Calepio - Squadra II livello
  9. ASSOCIAZIONE VOLONTARI SERVIZIO AIB - PROTEZIONE CIVILE di Barzana
  10. SQUADRA ANTINCENDIO BOSCHIVO GRUMELLO DEL MONTE di Grumello del Monte

Le Squadre dispongono di volontari di primo livello formati volontario antincendio con elicotteroattraverso specifici corsi regionali e provinciali e con attrezzatura adeguata all'attività di prevenzione e spegnimento degli incendi.

Operative quattro Squadre di secondo livello che sono disponibili a chiamate urgenti per interventi di spegnimento anche al di fuori del territorio provinciale e regionale, Squadre che hanno l'abilitazione all'impiego con gli elicotteri.

Un'azione quella svolta in stretta sinergia con il Corpo forestale dello stato e con la Regione Lombardia; tra l'altro anche quest'anno una Squadre della Provincia di Bergamo parteciperà alle attività di prevenzione e spegnimento sul territorio montano ligure.

Negli anni scorsi teatro degli interventi sono stati anche Sardegna, Sicilia e Abruzzo dove hanno dato prova di preparazione tecnica, disponibilità e cordialità, il tutto riconosciuto a livello ufficiale da parte di altri Enti operanti nel contesto della lotta agli incendi.

"Ma l'attività svolta in modo silenzioso, con costanza e con fatica, magari non mediaticamente appariscente come quella sul fronte del fuoco è quella della prevenzione, - spiega l'assessore Fausto Carrara - che passa attraverso il recupero dei sentieri nei boschi, la pulizia del sottobosco, dove il fuoco può trovare facile innesco. I volontari bergamaschi nello scorso anno hanno dedicato ben 167.000 ore di lavoro per la cura del nostro territorio".

Le Squadre sono anche dotate di sistemi radio ricetrasmittente che permettono il collegamento diretto con la Provincia e la Sala Operativa del Corpo Forestale dello Stato di Curno, strumento fondamentale per operare in sicurezza e agevolare la direzione delle operazioni sul campo per lo spostamento dei volontari al presentarsi di ogni eventuale focolaio di incendio.

La Provincia ha sostenuto e promosso le attività delle dodici Squadre di antincendio boschivo anche con uno specifico bando per l'erogazione di contributi per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale (DPI) e divise, per il miglioramento della capacità di risposta alle emergenze a livello locale e regionale.


Consulta il Piano operativo antincendio boschivologo pdf3,79M

(31.12.2015)