Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Protezione civile / Fiumi sicuri
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Operazione "Fiumi sicuri"

 
L'iniziativa FIUMISICURI ormai da anni si propone lo scopo di unire diversi attori del panorama provinciale, siano esse istituzioni o privati, al fine di realizzare uno strumento attivo di prevenzione del rischio idrogeologico, una tradizione di cura del nostro territorio, una vera messa in sicurezza di alcuni tratti di fiumi e/o torrenti considerati maggiormente a rischio, con il diretto intervento dei Volontari di Protezione Civile lavoro per liberare gli alvei, gli argini e i manufatti presenti, essenze arboree e arbustive, oltre che dai rifiuti o altro materiale abbandonato corretto deflusso delle acque.

Con Decreto del presidente n. 133 del 7 giugno 2018, la Provincia di Bergamo ha  approvato le Linee guida per il 2018 e le modalità di proposta di partecipazione e di rimborso, per il quale sono stati stanziati Euro 10.000.

La scadenza per l'invio delle proposte di intervento è il 31 agosto 2018.

Scarica gli allegati per la proposta di intervento:

Allegato A scheda proposta di intervento
Allegato B scheda rimborso enti proponenti
Allegato C elenco presenze gruppi associazioni
Linee guida

Le Amministrazioni Comunali, le Comunità Montane e gli Enti Parco sono i soggetti che possono avanzare la propria candidatura a partecipare alle giornate compilando e trasmettendo alla Provincia l'apposita scheda di proposta di intervento
al fine del rilascio del nulla osta idraulico.

All'ente proponente è richiesta una partecipazione economica all'iniziativa destinata all'organizzazione del pranzo di fine lavoro dei volontari presenti, secondo le seguenti indicazioni:

  • all'ente proponente è richiesto il pagamento del pranzo per almeno 50 volontari. Stimato che il costo medio di un pranzo è di circa 10,00 Euro a volontario, si prevede che l'ente proponente intervenga economicamente per una quota non inferiore ai 500,00 Euro;
  • nel caso i cantieri prevedano un numero di volontari superiori alle 50 unità e lo stesso ente proponente non sia disposto a coprire l'intero importo, la suddetta quota eccedente le 50 unità sarà coperta dalla Provincia in fase di rendicontazione finale per un massimo di ulteriori 50 volontari;
  • nel caso i cantieri prevedano la presenza di un numero di volontari superiori alle 100 unità, sarà necessario rivalutare la quota di intervento dell'ente proponente;

Pertanto spetta all'ente proponente:

  • presentare la scheda di proposta di intervento;
  • organizzare unitamente al Servizio di Protezione Civile della Provincia di Bergamo l'iniziativa: luogo e orari ritrovo; vitto per i volontari; modalità di smaltimento del materiale vegetale asportato dall'alveo e dalle sponde, nonché degli eventuali rifiuti inorganici; individuazione di apposito servizio di assistenza sanitaria da attivare in occasione dei lavori;
  • anticipare gli importi destinati al pranzo, al servizio sanitario e all'eventuale noleggio di macchinari speciali;
  • richiedere alla Provincia gli eventuali rimborsi previsti.
  •  

La Provincia di Bergamo  (Settore Protezione Civile):

  • raccoglie le proposte dal territorio e con il supporto dell'UTR BG effettua la scelta degli interventi da realizzare;
  • organizza con il diretto supporto dell'ente proponente la giornata di lavoro;
  • provvede a reperire presso le Associazioni e Gruppi comunali / intercomunali di Protezione Civile i volontari necessari all'intervento;
  • interviene economicamente nelle disponibilità residue del fondo partecipando alle spese sostenute dall'ente proponente per:
    -  il pranzo dei volontari, secondo le seguenti indicazioni: all'ente proponente è richiesto il pagamento del pranzo per almeno 50 volontari. Stimato che il costo medio di un pranzo è di circa 10,00 Euro a volontario si prevede che l'ente proponente intervenga economicamente per una quota non inferiore ai 500,00 Euro; nel caso i cantieri prevedano un numero di volontari superiori alle 50 unità e lo stesso ente proponente non sia disposto a coprire l'intero importo, la suddetta quota eccedente le 50 unità sarà coperta dalla Provincia in fase di rendicontazione finale per un massimo di ulteriori 50 volontari;  nel caso i cantieri prevedano la presenza di un numero di volontari superiori alle 100 unità sarà necessario rivalutare la quota di intervento dell'ente proponente; 
    -  l'assistenza sanitaria precedentemente concordata;
    -  il noleggio di specifiche attrezzature previamente concordate: tali spese saranno anticipate dall'Ente proponente e la Provincia, in fase di rendicontazione finale, potrà corrispondere all'Ente proponente che ne faccia specifica richiesta un rimborso massimo di 400,00 Euro;
  • interviene economicamente nelle disponibilità residue del fondo partecipando alle spese sostenute dalle Associazioni e Gruppi comunali / intercomunali di Protezione Civile operanti sui vari cantieri (carburante, materiale di consumo e la colazione) calcolato in un contributo di 7,00 Euro per volontario presente per un massimo di 300,00 Euro per ogni singola organizzazione presente.

Per ulteriori informazioni o chiarimenti è possibile contattare il Sig. Marco Gavazzeni, telefono 035 387329, mail marco.gavazzeni@provincia.bergamo.it o in sua assenza la segreteria del servizio Protezione civile, telefono 035 387823, mail segreteria.protezionecivile@provincia.bergamo.it

(08.06.2018)