Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Protezione civile / Fiumi sicuri
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Operazione "Fiumi sicuri"

 
L'iniziativa FIUMISICURI ormai da anni si propone lo scopo di unire diversi attori del panorama provinciale, siano esse istituzioni o privati, al fine di realizzare uno strumento attivo di prevenzione del rischio idrogeologico, una tradizione di cura del nostro territorio, una vera messa in sicurezza di alcuni tratti di fiumi e/o torrenti considerati maggiormente a rischio, con il diretto intervento dei Volontari di Protezione Civile lavoro per liberare gli alvei, gli argini e i manufatti presenti, essenze arboree e arbustive, oltre che dai rifiuti o altro materiale abbandonato corretto deflusso delle acque.

Con Decreto del presidente n. 53 del 25 marzo 2019, la Provincia di Bergamo ha  approvato le Linee guida per il 2019 e le modalità di proposta di partecipazione e di rimborso. Per la realizzazione dell'iniziativa la Provincia ha previsto nel proprio bilancio di previsione 2019 lo stanziamento di una somma di oltre Euro 10.000.

Scarica gli allegati per la proposta di intervento:

Allegato A scheda proposta di intervento

Allegato B scheda rimborso enti proponenti

Allegato C elenco presenze gruppi associazioni

Linee guida

Le Amministrazioni Comunali, le Comunità Montane e gli Enti Parco sono i soggetti che possono avanzare la propria candidatura a partecipare alle giornate compilando e trasmettendo alla Provincia l'apposita scheda di proposta di intervento
al fine del rilascio del nulla osta idraulico.

All'ente proponente viene richiesto oltre alla fattiva collaborazione per l'organizzazione dell'evento una partecipazione economica in particolare per quanto concerne le spese destinate al vitto di almeno 50 dei partecipanti all'iniziativa (un panino imbottito e una bottiglietta di acqua e il pranzo di fine lavoro). Nel caso l'iniziativa preveda la presenza di un numero di partecipanti superiori alle 50 unità e lo stesso Ente proponente non sia disposto a coprire l'intero importo del vitto, detta quota sino ad un massimo di ulteriori 50 unità verrà coperta dalla Provincia in fase di rendicontazione finale, destinando una quota di 12 Euro a persona. Nel caso infine, l'intervento preveda la presenza di un numero di partecipanti superiore alle 100 unità, sarà necessario rivalutare la quota fissa di intervento dell'Ente proponente.

In sintesi spetta all'ente proponente:

  • presentare alla Provincia l'apposita scheda di proposta di intervento (Allegato A);
  • organizzare l'iniziativa unitamente al Servizio di Protezione Civile della Provincia di Bergamo;
  • attivare un servizio di assistenza sanitaria;
  • anticipare tutti gli importi da destinare all'iniziativa;
  • provvedere a proprie spese allo smaltimento della parte vegetale e dei rifiuti eventualmente raccolti. Per quanto riguarda lo smaltimento della parte vegetale, si chiarisce che, qualora il trasporto in discarica autorizzata risultasse troppo difficoltoso o eccessivamente oneroso, si potrà prevedere lo smaltito in loco del materiale, preferibilmente tramite triturazione o nel caso provvedendo a sistemare i residui vegetali in aree limitrofe in attesa della loro naturale decomposizione (in questo caso l'area individuata non dovrà interferire con possibili eventi di piena del corso d'acqua);
  • richiedere alla Provincia gli eventuali rimborsi previsti.

La Provincia di Bergamo provvede:

  • alla raccolta delle proposte e con il supporto dell'ente gestore del corso d'acqua effettua la scelta degli interventi da realizzare;
  • con il supporto dell'ente proponente all'ottenimento delle eventuali autorizzazioni necessarie;   
  • organizza con il diretto supporto dell'ente proponente la giornata di lavoro;
  • a reperire presso le Associazioni e Gruppi comunali / intercomunali di Protezione Civile i volontari eventualmente necessari;
  • a intervenire economicamente nelle disponibilità residue del fondo e in fase di rendicontazione finale (Allegato B), partecipando alle spese sostenute dall'ente proponente per:
     il vitto degli eventuali partecipanti eccedenti le 50 unità che sono totalmente a carico dell'ente proponente, destinando nel caso l'ente proponente non se faccia totalmente carico una quota di 12 Euro a persona per un massimo di 50 unità. Nel caso i cantieri prevedano la presenza di un numero di partecipanti  superiori alle 100 unità sarà necessario rivalutare la quota di intervento dell'ente proponente;
     l'assistenza sanitaria precedentemente concordata per un massimo di 150,00 Euro a intervento;
     il noleggio di specifiche attrezzature previamente concordate per un massimo di 500,00 Euro ad intervento;
  • a intervenire economicamente nelle disponibilità residue del fondo, destinando alle Associazioni e Gruppi comunali / intercomunali di Protezione Civile intervenute (Allegato C) un contributo di 10,00 Euro a volontario per un massimo di 40 volontari presenti sui singoli interventi.

Per ulteriori informazioni o chiarimenti è possibile contattare il Sig. Marco Gavazzeni, telefono 035 387329, mail marco.gavazzeni@provincia.bergamo.it o in sua assenza la segreteria del servizio Protezione civile, telefono 035 387823, mail segreteria.protezionecivile@provincia.bergamo.it

(31.05.2019)