Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Protezione civile / Pianificazione di emergenza
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

La pianificazione di emergenza

collage di fotografie su sfondo geograficoL'attività di pianificazione consiste nella definizione dell'insieme di procedure operative di intervento da attuarsi nel caso in cui si verifichi un evento calamitoso.

I Piani di emergenza devono pertanto definire il fabbisogno e la disponibilità di personale, mezzi e attrezzature e i compiti di ciascun Ente coinvolto, in funzione delle diverse ipotesi di rischio (scenari di evento).

La pianificazione di emergenza provinciale

La Provincia predispone e approva il programma di previsione dei rischi e il piano di emergenza provinciale, limitatamente agli eventi di cui all'articolo 2, comma 1, lettera b), della legge 24 febbraio 1992, n. 225 e ha il compito di coordinare i Comuni nelle loro attività di previsione, di prevenzione e di redazione dei piani di emergenza e di verificare la congruenza dei piani locali con il piano di emergenza provinciale (legge regionale 16/2004 art. 3).

Piani di emergenza provinciali
D.d.s. n. 1734 del 1 marzo 2013 - Ricognizione piani di emergenza provincialilogo pdf82,9k

La pianificazione di emergenza comunale

I comuni curano la predisposizione dei piani comunali o intercomunali di emergenza di protezione civile (PEC), anche nelle forme associative e di cooperazione previste dal decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 (Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali) e, in ambito montano, tramite le Comunità Montane, e la loro attuazione, sulla base delle direttive regionali (legge regionale 16/2004 art. 2).

La Pianificazione di emergenza comunale è diventata obbligatoria con la legge 12 luglio 2012, n. 100 che modifica in modo significativo la Legge 225/92.

Regione Lombardia assieme alle Province ha definito un vademecum per i Comuni per aiutarli nella redazione dei piani di emergenza comunali alla luce delle recenti novità normative in materia di Protezione civile.
Vademecum Sindacilogo pdf364K

Inoltre Regione Lombardia approva periodicamente, con Decreto di Dirigente di struttura pianificazione di emergenza, la ricognizione dei Comuni dotati di Piano di emergenza comunale (PEC).
D.d.s. n. 2005 del 7 marzo 2013 - Ricognizione piani di emergenza comunalilogo pdf2,15M


Per ulteriori informazioni o chiarimenti è possibile contattare l'Ing. Roberto Antonelli, telefono 035 387859 o il Sig. Luca Ubbiali, telefono 035 387329.

(18.03.2013)