Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Siti tematici / Progetto FABER
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

PROGETTO FABER
Presentazione
Attività
Comuni coinvolti
Risorse e download
Contatti
Link istituzionali

Il Progetto FABER - Funding Action in Bergamo for Emission Reduction, promosso dalla Provincia di Bergamo e supportato dallo strumento di finanziamento ELENA BEI, è finalizzato alla riqualificazione energetica degli edifici e della la pubblica illuminazione dei Comuni aderenti e alla realizzazione di piccole reti di teleriscaldamento a biomassa legnosa.

In primo piano

Aggiudicato il servizio di diagnosi energetica degli edifici pubblici comunali

Sono stati aggiudicati a Alens Srl, Sidoti Engineering srl, Studio Tecnico ing. Indino Aurora, Ecobioservice Srl e Ing. Giuseppe Perillo i 5 lotti del servizio di diagnosi energetica degli edifici pubblici comunali di 165 edifici presenti in 59 Comuni.

Aggiudicato il servizio di censimento degli impianti di pubblica illuminazione comunali

E' stato aggiudicato a RESTART PROGETTI STUDIO TECNICO ASSOCIATO il Servizio Tecnico di Censimento degli Impianti di Pubblica Illuminazione di 34 Comuni, per entrambi i lotti.

Il ruolo delle ESCo nel Progetto FABER della Provincia di Bergamo

Articolo di approfondimento riguardante la funzione centrale delle società di servizi energetici nell'ambito dei programmi di efficientamento territoriali imperniati sul supporto tecnico e sui meccanismi virtuosi dello strumento europeo di finanziamento ELENA BEI.



Archivio focus »

Focus Efficienza Energetica

Ecobonus 2018: sulla Gazzetta Ufficiale le procedure per l'esecuzione dei controlli ENEA
Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 211 dell'11/09/2018 il Decreto del Ministero dello Sviluppo economico 11 maggio 2018 inerente le "Procedure e modalità per l'esecuzione dei controlli da parte di ENEA sulla sussistenza delle condizioni per la fruizione delle detrazioni fiscali per le spese sostenute per interventi di efficienza energetica". Il Decreto definisce le procedure e le modalità per l'esecuzione dei controlli, sia documentali che in situ, da parte di Enea (l'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) sulla sussistenza delle condizioni per la fruizione delle detrazioni fiscali per le spese sostenute per interventi di efficienza energetica. La normativa disciplina inoltre le modalità per la rendicontazione delle spese relative al programma di controlli e la successiva erogazione dei relativi importi.

"Trucking into a Greener Future", il settore europeo dell'autotrasporto a un bivio
E' stato da poco reso pubblico lo studio "Trucking into a Greener Future", nato dalla collaborazione tra aziende come Volvo, Tesla, Siemens, e organizzazioni come lo Smart Freight Centre e la Federazione europea per i trasporti e l'ambiente (T&E). Il report mette in luce il bivio in cui si trova il settore europeo dell'autotrasporto, tra un incremento delle emissioni del 10% nel prossimo decennio o il percorso verso una riduzione di CO2, una crescita economica più forte per l'Europa e una migliore sicurezza energetica. Secondo lo studio, lo scenario del trasporto stradale a zero emissioni di carbonio comporterebbe la riduzione delle importazioni di petrolio per un valore di 1 miliardo di euro entro il 2030, il rafforzamento del PIL e la creazione di circa 120.000 posti di lavoro netti aggiuntivi nell'economia. La relazione completa è scaricabile qui.

Ue, lampadine alogene addio. Risparmio per consumatori e riduzione di gas serra.
Dal 1° settembre, all'interno dell'Unione europea, non è più consentito vendere lampadine alogene nuove inefficienti e ad elevato consumo di energia. Grazie alle nuove norme, diminuiranno le emissioni di gas serra e i consumatori risparmieranno sulla bolletta dell'elettricità. L'uscita degli Stati membri dal mercato delle lampadine alogene, prevista inizialmente per il 2016 e poi posticipata di due anni, avviene con l'entrata in vigore del regolamento n. 244/2009 sulla progettazione eco-compatibile delle lampade a uso domestico, collegato alla direttiva Eup - Energy Using Products 2005/32/EC. Secondo le stime di Enea, il passaggio a lampadine a basso consumo energetico consentirà di risparmiare circa 15,2 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 entro il 2025.

World Energy Investment 2018, fotografia dell'IEA sulla spesa energetica globale
Rinnovabili in calo, elettricità in crescita, valori positivi anche per le attività di ricerca e sviluppo e per la digital technology. Dal report "World Energy Investment 2018” della International Energy Agency (IEA) emerge un quadro in chiaroscuro. Il calo degli investimenti energetici è generale e costante; per il terzo anno consecutivo sono diminuiti, facendo segnare un calo del 2% in termini reali. Una riduzione dovuta a un minor apporto di carbone, idroelettrico e nucleare, ma compensato in buona parte dal fotovoltaico. Aumentano invece gli stanziamenti in efficienza energetica, legati per lo più a politiche pubbliche. In totale sono stati stanziati 236 miliardi di dollari in efficienza energetica nel 2017, considerando edifici, trasporti e industria. In crescita gli investimenti in ricerca e sviluppo, trainati soprattutto dalle attività sulle tecnologie low emission. Maggiore rilievo anche per gli stanziamenti in nuove società tecnologiche energetiche (digital energy).



The sole responsibility for the content of this project website lies with the authors. It does not necessarily reflect the opinion of the European Union. Neither the European Investment Bank nor the European Commission are responsible for any use that may be made of the information contained therein.