Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Ambiente / AIA - Impianti termici / AIA Modifiche
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Modifica di impianto autorizzato

Modifica sostanziale o non sostanziale ?

Approvato con d.g.r. 2970 del 2 febbraio 2012 un aggiornamento dei criteri per la caratterizzazione delle modifiche dell'autorizzazione integrata
ambientale (AIA) , in sostituzione dei criteri di cui all'allegato A della dgr 7492 del 20 giugno 2008

Leggi i criteri .pdf 1.9M

Procedura da seguire in caso di modifica di impianto autorizzato .pdf 96K


Scarica fac simile istanza modifica sostanziale .pdf 107K

Attenzione!!!  la modulistica è in revisione in adeguamento all'art.15 della L.12 novembre 2011 (Legge di stabilità 2012)


Scarica fac simile comunicazione modifica non sostanziale .pdf 116K

Attenzione! La Regione Lombardia come previsto dal comma 4 dell'art. 9 del 24 aprile 2008, con  dgr n.4626 del 28/12/2012 pubblicata sul BURL dell'11.01.2013   ha approvato una nuova  "DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE DA APPLICARE ALLE ISTRUTTORIE E AI CONTROLLI IN MATERIA DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE, AI SENSI DELL'ART.9 C.4 DEL D.M. 24 APRILE 2008 (REVOCA DELLA DGR N.10124/2009 E SMI)".

Le modifiche non sostanziali che comportano l'aggiornamento dell'autorizzazione ( definizione di cui all'allegato G alla d.g.r. n.2970 del 2 febbraio 2012 ) sono soggette a pagamento di Tariffa forfettaria. il pagamento è a favore dell'Autorità competente alla valutazione delle modifiche

Le modifiche che non comportano l'aggiornamento dell'autorizzazione  non implicano il pagamento di tariffa. COME SI CALCOLA LA TARIFFA? (Consulta anche il sito della Regione Lombardia). dal sito della Regione sarà  scaricabile il file  excel  di calcolo da allegare alla  attestazione di pagamento.


N.B.: Nel caso in cui la modifica riguardi :

  • un'attività soggetta a valutazione di impatto ambientale (allegato III alla parte seconda del  D.lgs. 152/2006 s.m.i.), e la modifica  stessa non rientri nell'allegato III allo stesso Decreto;
  • un'attività soggetta a verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale (allegato IV alla parte seconda del  D.lgs. 152/2006 s.m.i.)

è necessario valutare se dalla sua attuazione si possano avere notevoli ripercussioni negative sull'ambiente. In caso affermativo, la modifica è soggetta a verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale, poichè rientra nella casistica di cui al punto 8 lettera t dell'allegato IV alla parte seconda del  D.lgs. 152/2006 s.m.i. .

Cosa fare se la modifica è soggetta a Verifica di assoggettabilità a Valutazione di impatto Ambientale (per le attività di trattamento rifiuti la Provincia è Autorità competente.

(14.04.2017)