Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Il Gonfalone della Provincia

info@provincia.bergamo.it

Il Gonfalone o Labaro ufficiale della Provincia è stato inaugurato con solennità il giorno 5 settembre 1953 con la benedizione del cardinale Giovanni Angelo Roncalli, patriarca di Venezia.

gonfalone della Provincia in cima allo scalone principale di via TassoLa Giunta provinciale del 19 maggio 1953 aveva aderito alla proposta dell'assessore Giudici di confezionare il Gonfalone secondo il disegno di Luigi Angelini, che riproduceva lo stemma della Provincia sprovvisto della corona ferrea, applicato su un rettangolo bordato e appeso su un'asta metallica.

Il Gonfalone fu confezionato dalle Suore sacramentine di Bergamo. La Giunta provinciale, con deliberazione 110 del 6 ottobre 1953, provvide a liquidare la spesa di 90.800 lire.

Successivamente, il Gonfalone ha avuto alcune rivisitazioni.

  • La Giunta del 3 settembre 1963 incaricò Claudio Nani di ristudiare il bozzetto a colori  del Gonfalone di 2,40 per 1,40 metri, medesime dimensioni usate dal Comune di Bergamo, che venne approvato nella seduta del 3 dicembre 1963.
  • Con deliberazione 24 del 1° aprile 1964, il Consiglio provinciale approvò la variazione del modello araldico del Gonfalone, ma la Presidenza del Consiglio dei ministri, per il tramite della Prefettura di Bergamo, invitò l'Amministrazione provinciale ad adottare una nuova deliberazione consiliare, prevedendo, a norma dell'articolo 5 del Regio decreto del 7 giugno 1943 n. 652, un drappo di un metro, caricato dal solo stemma dell'ente.
  • Nella seduta del 30 giugno 1965, la Giunta provinciale decise di non dare immediato seguito alla pratica e, nella seduta del 12 settembre 1972, optò di non procedere alla confezione di un nuovo Gonfalone - in sostituzione dell'esistente ormai consunto - giacché si sarebbe dovuto provvedere a confezionare un gonfalone di dimensioni maggiori, al fine di uniformarlo a quello del Comune e di altri Enti.
  • Con deliberazione 844 del 20 luglio 1995, la Giunta provinciale ha approvato l'acquisto di un nuovo Gonfalone e la sistemazione dell'esistente per una spesa complessiva di 11.500.000 lire.

L'Amministrazione provinciale richiese al Rettorato provinciale il riconoscimento ufficiale dello Stemma, che ottenne con giusto decreto del 24 febbraio 1934 a firma del capo del governo Benito Mussolini, ma non fece altrettanto invece per il Gonfalone, che necessita anch'esso di apposito decreto di concessione, ora alla firma del Presidente della Repubblica.

Pertanto il Gonfalone non è mai stato formalmente approvato con decreto, analogamente a quanto è invece avvenuto per lo Stemma.