Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Festival Bergamo Città Impresa, gli eventi in Provincia

Vai al programma

Dalle sfide dell'industria 4.0 al ruolo del capitale umano: economia reale dell'imprese e dei territori, relazioni industriali, robotica, formazione scolastica e universitaria, competenze tecniche e umanistiche. Sono questi alcuni dei temi cardine della decima edizione del Festival Città Impresa che si svolge dal 10 al 12 novembre a Bergamo.

Ogni anno, dal 2008, il Festival accende i riflettori sulle città e territori di tradizione manifatturiera. Quest' anno, per l'edizione autunnale, la scelta è caduta su Bergamo, una realtà caratterizzata da una forte presenza di imprese manifatturiere, riconosciuta come una delle capitali della cultura industriale italiana, "che si distingue per aver posto il tema dell'innovazione e della ricerca con lungimiranza", ha precisato nella conferenza stampa odierna il direttore del Festival Dario Di Vico.

Diversi spazi cittadini ospitano incontri con protagonista dell'economia, della cultura, della polķtica, dell'impresa, della società civile per discutere su temi economici di ampio respiro.

Sabato pomeriggio, 11 novembre, nello Spazio Viterbi della Provincia di Bergamo si sono svolti due incontri: alle ore 15 il convegno "Oltre l'infrastruttura, percorsi di rigenerazione urbana lungo i tracciati del tram".

Nel corso del convegno sono stati anticipati alcuni dei risultati dello "Studio delle esternalità territoriali generate dall'ipotesi di prolungamento della Linea tramviaria T1 da Albino a Vertova”; un'analisi effettuata dal Raggruppamento di professionisti "Trampiù” su incarico di TEB e che sarà ultimata e consegnata nei prossimi giorni.

Come spiega il titolo, lo Studio non riguarda il progetto del prolungamento della Tramvia bensì gli effetti (le esternalità) che l'ipotesi di prolungamento può generare sul territorio della valle Seriana (intesa come unitį territoriale).

Il Raggruppamento ha analizzato e misurato gli effetti che la Tramvia ha generato nei territori già attraversati (da Bergamo ad Albino) e ha di conseguenza cercato di determinare gli effetti che il passaggio della Tramvia potrà produrre sul territorio compreso fra Albino e Vertova.

L'indagine ha riguardato molteplici aspetti - demografia, mobilità della popolazione, trasporti, pianificazione territoriale, valore delle aree, paesaggio, turismo e tempo libero, emissioni in atmosfera, uso e produzione consapevole dell'energia, produzione, commercio, terziario, rete territoriale dei servizi pubblici, possibilità di intercettare finanziamenti e modalità di cattura del valore - e presenta una descrizione del territorio e di tutte le sue sfaccettature. Dalla forma della valle fino alla caratterizzazione delle comunità e del loro radicamento ai luoghi, costruita anche attraverso l'incontro con le Amministrazioni e le associazioni che operano nella valle.

L'anticipazione dei risultati dello Studio sembra dimostrare, non solo un generale potenziale miglioramento della mobilità delle persone e dei tempi di percorrenza, ma anche effetti di contenimento del decremento demografico, un potenziale significativo incremento del valore del patrimonio residenziale, un effetto positivo sulla qualità dell'aria in virtù della diminuzione delle emissioni in atmosfera e anche positivi effetti sulle attività commerciali, sul mercato del turismo e sulla rete dei servizi pubblici.

Scarica locandina Oltre l'infrastruttura

Alle ore 16.30 l'incontro con tavola rotonda "Bergamo Smart Land, una rete per lo sviluppo sostenibile del territorio" con l'intervento di Aldo Bonomi del consorzio Aaster.

Il progetto Bergamo Smart Land si è svolto nell'arco di tre mesi circa sul territorio delle aree omogenee in cui è diviso il territorio della provincia di Bergamo, ha coinvolto 62 attori attraverso lo strumento di sei focus group d'area e 12 testimoni privilegiati intervistati personalmente.
Interrogativo di fondo che ha mosso la Provincia di Bergamo nell'avviare questo progetto e che ci ha guidato nella realizzazione della attività di animazione e ricerca sul campo, è comprendere il complesso rapporto tra il tema dell'innovazione sociale ed economica e quella che possiamo definire la questione territoriale.

Scarica sintesi del rapporto di ricerca realizzato da Consorzio A.A.ster
Direttore scientifico Aldo Bonomi
Rapporto di ricerca: Simone Bertolino, Sergio Remi, Francesco Sala

Scarica locandina Bergamo Smart Land


Leggi l'intervento del presidente della Provincia di Bergamo

Scarica comunicato stampa del Festival


Vai al programma del Festival

(11.11.2017)