Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Mercato del lavoro, pubblicato il rapporto 2017

segreteria.lavoro@provincia.bergamo.it

Il rapporto diffuso oggi sui portali web di Camera di Commercio e Provincia di Bergamo presenta un quadro informativo sul mercato del lavoro in provincia a fine 2017.

Scarica il rapporto sul mercato del lavoro anno 2017

Lo sforzo comune di Camera e Provincia, in accordo con le iniziative e le collaborazioni attivate dal Patto per lo sviluppo e la competitività di Bergamo, è di proporre all'attenzione pubblica e alle parti sociali un'integrazione di alcune delle molte fonti informative disponibili sull'occupazione nel nostro territorio, senza alcuna pretesa di esaurire l'analisi e la discussione sulle molteplici dimensioni e problematiche del lavoro.
Oltre al riferimento obbligato agli archivi di dati e alle indagini del sistema statistico nazionale, soprattutto l'Indagine sulle Forze di Lavoro di Istat, Camera e Provincia conducono da tempo un monitoraggio continuo delle fonti amministrative a cui hanno accesso: il sistema informativo sulle COB (Comunicazioni Obbligatorie di avvio, cessazione e trasformazione dei rapporti di lavoro) rielaborate nel datawarehouse di Regione Lombardia (SISTAL), l'integrazione nel Registro Imprese gestito da Infocamere nei dati occupazionali delle imprese di fonte INPS, per sede e per luogo di lavoro aggregato al livello comunale.

L'eterogeneità delle fonti statistiche e amministrative, i diversi riferimenti metodologici e le specificità delle dimensioni osservate impongono una lettura articolata e complessa e un lavoro paziente e sistematico di comparazione e confronto. Ma è proprio da questo confronto che può generarsi il valore aggiunto di un'informazione acquisita dalle istituzioni e restituita ai cittadini, ai lavoratori e alle imprese.

Emerge dai dati del 2017 un quadro di miglioramento tendenziale del mercato del lavoro locale: aumentano sensibilmente gli occupati residenti in provincia, si riduce l'area della disoccupazione, anche quella giovanile, la partecipazione al mercato del lavoro risale senza però colmare un persistente divario di genere.

I flussi dei contratti (avviamenti e cessazioni di rapporti di lavoro localizzati in provincia) sono in marcato aumento rispetto agli anni precedenti e segnalano un incremento della mobilità nel mercato del lavoro e un allargamento del saldo netto tra ingressi e uscite.  La dinamica dei contratti rispecchia l'evoluzione delle normative, dei sistemi di incentivazione, agevolazione o restrizione delle norme sul lavoro  ma l'intensità dei fenomeni nel corso del 2017, anno di ripresa ciclica di molti comparti dell'industria e dei servizi (come indicano le indagini congiunturali del sistema camerale e regionale), dimostra anche la presenza di fattori reali di espansione della domanda e dell'offerta di lavoro.

Al contempo, la qualità e la stabilità del lavoro che si rigenera dopo un lunghissimo periodo di crisi economica e sociale deve essere verificata nella capacità di tenuta dell'occupazione nel corso di quest'anno e nella corrispondenza tra le competenze che si mettono in gioco in un mercato del lavoro più dinamico e frastagliato e le nuove professionalità sollecitate dall'evoluzione tecnologica.

"Dopo i segnali di maggior ottimismo sul ciclo economico che molte delle nostre imprese registravano" dichiara il Presidente della Camera di Commercio di Bergamo Paolo Malvestiti "oggi abbiamo conferma, da fonti diverse, di un netto miglioramento anche sul fronte dell'occupazione dei bergamaschi. E' una tendenza che può consolidarsi nel corso di quest'anno se sapremo cogliere, come stiamo facendo con le attività del Tavolo per lo sviluppo, tutte le opportunità di innovazione e investimento che si sono costruite con il piano d'impresa 4.0. Come Camera di Commercio, stiamo riscontrando grande interesse e molte adesioni ai servizi che stiamo in tal senso proponendo anche attraverso Bergamo Sviluppo”.

"Come bergamasca” dichiara il Presidente della Provincia di Bergamo Matteo Rossiabbiamo rialzato la testa, e ora il compito delle istituzioni è quello o di accompagnare la ripresa con politiche che sappiano consolidare lo sforzo delle nostre imprese e di prestare attenzione alle fragilità e agli squilibri che una fase di cambiamenti rapidi può generare nel mondo del lavoro dipendente e del lavoro autonomo. In questo senso serve un nuovo patto per il lavoro e per le infrastrutture che il territorio deve costruire insieme a Regione Lombardia a partire dalle proposte del Tavolo per lo sviluppo: penso al finanziamento sui capitoli della formazione, in particolare i nuovi Its e Ifts, alla realizzazione di nuove infrastrutture, a politiche attive e di incentivo alla riassunzione che si facciano carico degli over 50 espulsi dal mercato del lavoro”.

(13.04.2018)