Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Violenza e stereotipi di genere, percorso formativo negli istituti professionali

segreteria.consigliereparita@provincia.bergamo.it

Questa mattina nella sala consiliare della Provincia si è tenuta la presentazione del progetto "Violenza di genere e stereotipi di genere”, finanziato dalla Consigliera di parità della provincia di Bergamo e svolto dal Centro antiviolenza Aiuto Donna, dall'associazione La svolta - spazio ascolto uomini maltrattanti e dalla Casa delle Donne di Treviglio.

Si tratta di un percorso formativo rivolto alle classi terze di alcuni istituti professionali che si è svolto da ottobre a dicembre 2018 e che ha coinvolto in particolare:

  • ABF (3 classi di Treviglio per 80 studenti e 2 di Trescore Balneario per 50 studenti)
  • Scuola edile di Seriate (1 classe di 20 studenti)
  • ACOF Olga Fiorini cooperativa sociale onlus di Bergamo (2 classi per 50 studenti)

Il progetto si pone l'obiettivo di realizzare un percorso di formazione e sensibilizzazione rivolto agli studenti e alle studentesse delle scuole di formazione professionali della provincia di Bergamo sulle radici sociali e culturali della violenza maschile contro le donne e gli stereotipi di genere associati. Il progetto si è articolato in 3 incontri di 2 ore ciascuno per ogni classe, con un approccio che ha privilegiato la partecipazione attiva e l'interazione degli studenti e delle studentesse. Ad eccezione dell'ABF di Treviglio, in cui gli incontri sono stati tenuti dalla Casa delle Donne, le lezioni sono state caratterizzate dalla compresenza di una donna dell'associazione Aiuto Donna e di un uomo de La Svolta, con l'obiettivo di costruire un dialogo tra due punti di vista sull'argomento. Il finanziamento messo in campo dalla Provincia per questa prima sperimentazione è pari a 5mila euro. Al termine della sperimentazione del percorso formativo, è in elaborazione un video che raccoglie le testimonianze del percorso fatto.

"Ho tenuto moltissimo ad avviare questa sperimentazione nelle scuole professionali, che rispetto alle scuole statali spesso soffrono di carenza di fondi per progetti di questo tipo - ha spiegato la Consigliera di parità Isabel Perletti -. Abbiamo scelto ACOF e Scuola edile in quanto scuole rispettivamente a prevalenza femminile e maschile, e naturalmente non potevamo non  "giocare in casa” con ABF”. 

Gli operatori e i direttori delle scuole interessate si sono detti entusiasti del progetto esprimendo la volontà di replicarlo ed estenderlo, come pure alcuni studenti dell'ABF di Treviglio che sono intervenuti raccontando il grande interesse suscitato dagli incontri.

(05.12.2018)