Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Premiazione iniziative "Piedibus"

segreteria.servizisociali@provincia.bergamo.it

Le premiazioni di "A scuola, a piedibus, anch'io” e "Non solo piedibus”: crescita di un'esperienza che è termometro di sensibilità e rispetto dell'ambiente.

Un centinaio di bambini hanno riempito di vivacità e di allegria, insieme con i loro insegnanti, autorità comunali, responsabili del traffico, tecnici, lo Spazio Viterbi per partecipare alla cerimonia di premiazione delle iniziative: "A scuola, a piedibus, anch'io…” e "Non solo piedibus”, due momenti convergenti di pluriennale utilità. I due progetti sono promossi dal gruppo "Mobilità urbana sostenibile” all'interno dell'Agenda 21 provinciale, V edizione del premio "Verso una città sostenibile delle bambine e dei bambini”.

bambini nello spazio ViterbiCon il presidente della Provincia, Valerio Bettoni, sono intervenuti gli assessori Bianco Speranza (Politiche sociali), Roberto Chiorazzi (Trasporti pubblici) e Alessandra Salvi (Ambiente ed ecologia).

Diciannove i premi consegnati: ma, al di là e al di sopra dei premi, è il messaggio forte che viene fatto viaggiare, dai bambini agli adulti, perché possa crescere la sensibilizzazione alla salute, al movimento, alla salvaguardia dell'ambiente.
Il valore pedagogico, simbolico, di coinvolgimento va perciò ben oltre i 25 mila euro distribuiti ai premiati per quanto hanno saputo fare: riguarda la costruzione della qualità del futuro.


I premi

Per l'iniziativa "A piedibus”:

  • all'Istituto comprensivo Nullo di Bergamo
  • agli Istituti comprensivi Petteni di Bergamo
  • al Comune di Boltiere
  • alla Direzione didattica di Caravaggio
  • all'Istituto comprensivo di Curno
  • alla Direzione didattica di Dalmine
  • ai Comuni di Fiorano al Serio, Grumello del Monte, Lovere, Martinengo, Pagazzano, Paladina, Ponteranica, Scanzorosciate, Botta di Sedrina, Torre Boldone.

Per l'iniziativa "Non solo piedibus”:

  • Comune di Boltiere
  • Comune di Torre Boldone
  • Comune di Villa di Serio.

Gli interventi

Il presidente della Provincia, Valerio Bettoni, ha voluto esprimere il grazie ai Comuni per quanto riescono a fare, pur con scarsità di mezzi. Poi ha ricordato come fino a mezzo secolo fa andare a piedi fosse di fatto una regola di quotidianità generale: oggi si è in presenza di una riscoperta che ci voleva, per la salute e per l'ambiente.

L'assessore alle Politiche sociali della Provincia, Bianco Speranza, ha ricordato di aver fortemente voluto il premio A scuola, a piedibus, anch'io perché "è importante che le amministrazioni locali, le scuole e i genitori proseguano con le esperienze di Piedibus in atto in provincia di Bergamo”.
Due gli obiettivi che vengono perseguiti e raggiunti:

  1. si promuovono nei nostri territori, azioni di sviluppo sostenibile del territorio, con particolare riguardo alla mobilità sostenibile;
  2. si sollecita l'individuo a mettersi in gioco in prima persona per adottare comportamenti sostenibile nella nostra vita di tutti i giorni.

L'assessore Speranza ha poi dichiarato di "aver volutoancora  un altro premio Non solo piedibus, progettazione di interventi per lo sviluppo di una mobilità urbana sostenibile,  rivolto alle pubbliche amministrazioni, che siano da stimolo alle stesse per ripensare ad una diversa città, in cui ci si possa spostare a piedi o in bici nella massima sicurezze e di autonomia, in cui insomma tutti i bambini possano andare a scuola a piedi”.

"A ottobre - ha dichiarato Bianco Speranza - partirà il percorso di formazione per tecnici, insegnanti, operatori, genitori per aiutare tutti coloro che sono impegnati sui temi della mobilità urbana". Con un grazie finale a tutti, bambini, genitori, scuole e Comuni che hanno creduto e credono nella mobilità urbana sostenibile e ai componenti della Commissione di valutazione, composta da Stefano Rinaldi, Gloria Gelmi, Renato Bondesan, Adriana Castelli e Silvio Cavati Bianco Speranza ha chiuso il suo intervento.

L'assessore Roberto Chiorazzi ha ricordato come quello dei Trasporti sia un settore difficile e sottolineando compiaciuto che iniziative come queste contribuiscono a creare la mentalità giusta: la Provincia è molto attenta alla mobilità e non ha caso ha voluto la figura di un "mobility manager”.

Per Alessandra Salvi "la strada dell'educazione ambientale è decisiva ed è fondamentale che siano i ragazzi a dare il loro contributo attivo: la nuova mentalità di attenzione e rispetto dell'ambiente crescerà soprattutto grazie al loro impegno. L'azione delle scuole è di grande efficacia. La testimonianza dei ragazzi è molto preziosa e costituisce una risposta concreta al messaggio che stiamo con fiducia inviando”.

Renato Bondesan, membro della Commissione di valutazione, ha messo in evidenza la grande cura espressa attraverso i progetti, che sono in crescendo: quelli nuovi e quelli vecchi, che sono avanzati verso un livello alto di protezione della qualità dell'ambiente. Bondesan ha poi tradotto in cifre il significato di un'iniziativa che si sostanzia in 25/ 30.000 chilometri percorsi a piedi dai ragazzi per merito della campagna "A piedibus.


Bilancio dell'edizione giunta a conclusione

  1. 58 le domande presentate per "A scuola, a piedibus, anch'io”. Nel dettaglio: 35 dai icona di bus sorridente con piediniComuni; 17 dagli Istituti comprensivi; 4 dalle Direzioni didattiche; 2 dalla Scuola materna paritaria. Di queste 58 domande, 6 sono state escluse perché giunte fuori tempo massimo o perché prive del modulo contenente i dati del progetto;
  2. delle 52 domande analizzate: 16 "Piedibus” sono risultati di nuova attivazione nell'anno scolastico 2007-2008; dei restanti 36 già attivi, la maggior parte risulta dall'anno scolastico 2006-2007, ma ce n'è uno anche dell'anno scolastico 2000/ 2001.
  3. rispetto alla tipologia, 5 risultano essere sia Piedibus che Bicibus, mentre rispetto al tragitto, 20 dei 52 coprono sia l'andata che il ritorno;
  4. La frequenza è diversificata; solo 5 sono giornalieri (rispetto al periodo di attivazione nell'anno scolastico) mentre la maggior parte di essi (30) ha una frequenza settimanale. Particolarmente significativo il fatto che i giorni di svolgimento sono ben 36;
  5. rispetto ai 16 piedibus premiati: 5 sono di nuova attivazione; 2 sono sia piedibus che bicibus; 4 hanno coinvolto alunni di scuole per l'infanzia, mentre 15 hanno coinvolto alunni delle scuole primarie;
  6. dei 16 Piedibus premiati, il 50% aveva già vinto nella precedente edizione.

(03.06.2008)