Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Ambiente / Risorse idriche / Ufficio Derivazioni
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Canoni di concessione di acqua pubblica

Con D.D.S. numero 17769 del 29 novembre 2018 la Regione Lombardia ha determinato i canoni 2019 per l'uso delle acque pubbliche.

Quanto pagare

Il canone di concessione per le derivazioni di acque pubbliche è riportato per i diversi usi nella tabella dei canoni anno 2019 .pdf 97K

ATTENZIONE!

  • Dall'annualità 2008 l'addizionale regionale del 10% sull'ammontare dei canoni di concessione non è più riscossa.
  • A decorrere dall'annualità 2011 i Concessionari che avevano in essere alla data del 28 dicembre 2010 l'applicazione del dimezzamento del canone nelle accezioni consentite dal Regolamento Regionale 2/2006 dovranno corrispondere il canone nella misura intera ed in tal senso saranno inviati gli avvisi di scadenza per il pagamento dei canoni (Legge Regionale n. 19/2010).

Quando pagare

Ai sensi dell'articolo 7, comma 3 della legge regionale 29 dicembre 2016 numero 35 (B.U.R.L. numero 52 del 31 dicembre 2016, Serie supplemento) i canoni annui devono essere versati anticipatamente entro il 30 giugno dell'anno solare di riferimento.

Come pagare

Il canone di concessione va versato alla Regione Lombardia - Tesoreria Regionale.

Regione Lombardia invierà entro giugno 2019 a tutti i soggetti titolari, un avviso di scadenza del pagamento per ogni utenza di acqua pubblica, avviso che riporterà:

  • la somma da versare a titolo di canone per l'anno 2019;
  • le modalità per effettuare il pagamento della somma richiesta.

L'avviso di scadenza potrà essere pagato mediante il servizio di pagamento CBILL che consente il pagamento mediante i seguenti canali:

  • Internet banking o applicazione di Mobile Banking delle banche aderenti al servizio CBILL (consultabili al sito www.cbill.it);
  • Bancomat del Gruppo Intesa San Paolo (fruibile anche dai non correntisti).

Alternativamente, è possibile presentare l'avviso di scadenza presso:

  • Sportelli di Intesa San Paolo, Banca Popolare di Sondrio, Unicredit;
  • Tabaccai aderenti a Banca ITB (consultabili al sito www.bancaitb.it) .

Verranno applicati i diritti di riscossione secondo le tariffe previste dai singoli istituti di credito.
Si segnala che non è possibile effettuare il pagamento presso gli sportelli di Poste Italiane.

Il pagamento avviene mediante l'utilizzo di 3 numeri: 2 codici e l'importo da corrispondere.
I codici sono chiaramente evidenziati nell'avviso:

  1. il codice SIA che identifica l'Ente creditore (Regione Lombardia);
  2. il codice CBILL che identifica il debitore (o meglio l'avviso di scadenza);
  3. l'importo da corrispondere.
Per eventuali chiarimenti in merito alle modalità di pagamento è possibile contattare il numero verde 800.318.318, attivo da lunedì a sabato (festivi esclusi) dalle ore 9:30 alle ore 18:30.

In caso di mancato ricevimento del bollettino pre-compilato, l'utente potrà saldare l'importo dovuto effettuando un versamento esclusivamente con bonifico utilizzando le seguenti coordinate:

IBAN IT88 B030 6909 7901 0000 0300029

In caso di versamento tramite IBAN è tassativamente necessario:

  • effettuare un versamento per ogni singola utenza;
  • indicare l'esatta denominazione del soggetto titolare dell'utenza;
  • nella causale del versamento dovrà essere tassativamente indicato:
    • il numero di codice identificativo dell'utenza (ID PRATICA riportato sul bollettino dell'anno precedente);
    • il Codice Fiscale/Partita IVA del soggetto titolare dell'utenza;
    • la dicitura ”canone acqua pubblica anno 2019".

NOVITA' PER I VERSAMENTI DEGLI ENTI PUBBLICI
Dal 2016 anche per gli Enti Pubblici assoggettati alle disposizioni contenute nell'articolo 35 del Decreto Legge 1/2012 (convertito con Legge 35/2012) potranno procedere ad effettuare i versamenti dei canoni concessione delle utenze di acque pubbliche in favore di Regione Lombardia mediante le modalità suindicate; non sarà pertanto più consentito effettuare i versamenti delle somme dovute mediante operazioni di "girofondi" sulla contabilità Speciale della Regione Lombardia presso la Tesoreria Provinciale dello Stato.

L'esatta osservanza delle indicazioni suindicate consentirà agli uffici regionali di verificare agevolmente il corretto versamento effettuato e evitare l'insorgere di disguidi e successive lampadina accessa e scritta risposte alle domande più frequentiprocedure di accertamento delle somme corrisposte dalle diverse utenze.

Per informazioni relative ai canoni dovuti all'uso delle acque, è possibile consultare la pagina delle domande frequenti oppure contattare il Servizio Risorse idriche della Provincia di Bergamo.

(08 gennaio 2018)