Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Politiche sociali / Autismo
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Autismo: dai 14 ai 18 anni. Problemi e prospettive

Venerdì 16 dicembre 2011, alle ore 14.00, presso la Casa del Giovane di Via Gavazzeni 13 a Bergamo, si è tenuta la giornata di studio dal titolo "Autismo: dai 14 ai 18 anni - Problemi e prospettive".
Il seminario è stato organizzato dal Settore Politiche sociali e Salute della Provincia di Bergamo in collaborazione con il Tavolo di Coordinamento Provinciale per l'autismo, l'Ufficio Scolastico Regionale di Bergamo, le Unità di Neuropsichiatria per le Aziende Ospedaliere bergamasche, la Fondazione Bambini e Autismo di Pordenone, Spazio Famiglia - Fondazione ISB - Progetto della Provincia di Bergamo e degli Istituti educativi di Bergamo.

Scarica il dèpliant .pdf 268K

Il seminario si è aperto con l'intervento dell'assessore Domenico Belloli, che a tal proposito ha sottolineato come: "l'adolescenza sia un periodo di cambiamento critico durante il quale avviene il passaggio da bambino ad adulto e può essere vissuto in maniera particolarmente difficile dalle persone affette da autismo. poco probabile, infatti, che l'adolescente autistico si trovi adeguatamente preparato ai cambiamenti fisici ed emozionali a cui andrà incontro e all'inserimento in un nuovo contesto scolastico e sociale.
Ciò nonostante, è fondamentale che l'adolescenza non sia assolutamente considerata come una difficoltà insormontabile. Piuttosto che evitare i problemi, sperando che trovino una soluzione naturale, è opportuno affrontarli, informandosi, discutendo con tutte le persone che fanno parte della rete relazionale al fine di sviluppare non solo un piano educativo individualizzato, ma un possibile progetto di vita".

Ha condotto la giornata di studi la dott.ssa Cinzia Raffin, psicologa e psicterapeutica, direttrice scientifica della Fondazione Bambini e Autismo di Pordenone che ha preso in considerazione i seguenti punti:

  1. Gli aspetti relativi all'autismo in età adolescenziale e adulta, in particolare i cambiamenti che si possono presentare in tale fascia di età relativamente allo sviluppo psicofisico e sessuale, all'insorgenza di comorbilità, agli interessi verso i pari, ai bisogni personali e sociali.
  2. I cambiamenti che l'entourage manifesta con il passare degli anni (invecchiamento dei genitori, compagni di scuola meno disponibili, una minor tolleranza sociale, etc.).
  3. I passi fondamentali da contemplare nella costruzione di un progetto di vita, che deve strutturarsi ben prima dei 14 anni e coinvolgere diverse realtà istituzionali e private, in una prospettiva di continuità e globalità della cura.
  4. La presentazione, attraverso l'ausilio di video, del modello pordenonese di presa in carico globale, dagli aspetti efficaci, alle criticità e azioni di miglioramento continuo.

Destinatari

Genitori, operatori di comunità, insegnati, assistenti educatori, psicologi, assistenti sociali, neuropsichiatri, psimotricisti, responsabili servizi Ambiti Territoriali, operatori SFA, CDI, CSE.


Segreteria organizzativa:
Provincia di Bergamo Settore Politiche Sociali
Via Camozzi 95, Bergamo
Telefono 035.387 652-653 - Fax 035.387695
segreteria.politichesociali@provincia.bergamo.it

(17.12.2011)