Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Ambiente / AIA - Impianti termici
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

V.I.A. - Valutazione Impatto Ambientale - Pubblicazione Istanze -


Per consultare archivio generale e documentazione allegata delle istanze pervenute: Consulta l'archivio SILVIA - Regione Lombardia

Apri portale regionale


Pubblicazione  ai sensi dell' 27bis Comma 4 e art. 23 comma 1 lett.e ,del D.LGS. 152/2006 E S.M.I.


Società Agricola Ma-Ra di Magli Daniele e Figli S.S. - Avviso di deposito Istanza di V.I.A.

Con nota agli atti provinciali prot. n. 26811 del 29.04.2019, integrata con note prott. nn. 29933 del 14.05.2019 e n. 31297 del 20.05.2019 (integrazione oneri istruttori) e nota 49386 dell' 8.8.2019, la Società Agricola Ma-Ra di Magli Daniele e Figli S.S. ha inoltrato istanza ai sensi dell'art. 23 del d.lgs. 152/2006 e artt. 4 e 5 della L.R. 5/2010, finalizzata al rilascio del Provvedimento Autorizzatorio Unico ai sensi dell'art. 27 bis del medesimo decreto legislativo, relativamente al progetto di ampliamento dell'allevamento suinicolo all'ingrasso esistente per la cui realizzazione ed esercizio il proponente ha indicato necessaria l'acquisizione dei seguenti titoli approvativi/autorizzativi, intese, concessioni, pareri, concerti, nulla osta e assensi comunque denominati:
• Autorizzazione Integrata Ambientale ai sensi del D.Lgs. 152/2006 - Autorità competente: Provincia di Bergamo (modifica sostanziale dell'AIA rilasciata con D.D. n. 410 del 05.03.2015 e contestuale riesame dell'autorizzazione); 
• Permesso di Costruire ai sensi della L.R. 12/2005 per la realizzazione delle opere - Autorità competente: Comune di Martinengo.

Il progetto proposto consiste sinteticamente nell'ampliamento dell'allevamento suinicolo all'ingrasso esistente per un numero di capi aventi peso superiore ai 30 kg maggiore di 3.000 da attuarsi mediante la realizzazione di:
a) n. 3 capannoni nuovi che verranno destinati alla stabulazione di suini da ingrasso;
b) un locale cucina per la preparazione dell'alimentazione degli animali allevati;
c) condotte di raccordo per il convogliamento dei reflui prodotti in una prevasca di nuova costruzione. I reflui poi mediante pompe e tubazioni idrauliche;verranno movimentati allo stato fresco verso l'impianto di produzione di biogas consortile, del quale il proponente è socio;
d) due vasche dotate di copertura per lo stoccaggio del digestato chiarificato liquido proveniente dall'impianto di separazione presente nell'impianto di produzione di biogas consortile.

Nella configurazione finale di progetto il complesso IPPC avrà una capacità complessiva di allevamento pari a n. 6.816 capi di peso superiore a kg. 30 (di cui 3.792 nelle strutture esistenti e 3.024 nelle nuove strutture che si prevede di realizzare come progetto di ampliamento).

Entro il 23.11.2019 (60 giorni dalla pubblicazione dell'avviso di deposito sul sito web dell'autorità competente), chiunque abbia interesse può far pervenire le proprie osservazioni:
• via posta elettronica: segreteria.ippc @provincia.bergamo.it;
• via posta elettronica certificata: protocollo@pec.provincia.bergamo.it.
______________________________________________________________________

Orobica Inerti s.r.l, - Avviso di deposito Istanza di V.I.A.

La Società Orobica Inerti s.r.l,, con sede legale in Comune di Osio Sopra , Via Capra n. 9, ha presentato in data 11.07.2019 alla Provincia di Bergamo, istanza per il rilascio del Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale ai sensi dell'artt. 23 e 27 - bis del d.lgs. 152/2006 e degli artt. 4 e 5 della L.R. 5/2010, relativamente al progetto per la realizzazione e l'esercizio di un impianto di recupero (R13, R12, R5) di rifiuti speciali non pericolosi presso l'insediamento produttivo sito in Comune di Osio Sopra (BG) - via Capra n.9, per la cui realizzazione ed esercizio il proponente ha indicato necessaria l'acquisizione dei seguenti titoli approvativi/autorizzativi, intese, concessioni, pareri, concerti, nulla osta e assensi comunque denominati:

autorizzazione unica ai sensi dell'art. 208 del d.lgs. 152/06 e s.m.i. - Autorità competente: Provincia di Bergamo;
· autorizzazione edilizia alla realizzazione delle opere in progetto - Autorità competente: Comune di Osio Sopra.
Il progetto è localizzato in Comune di Osio Sopra (BG) in via Capra n. 9

Il progetto in questione consiste nella realizzazione ed esercizio di un impianto di recupero (R13, R12, R5) di rifiuti speciali non pericolosi.

I possibili principali impatti ambientali previsti dalla realizzazione riguarderanno le seguenti componenti ambientali: aria, acqua, rumore.

Il progetto dell'opera, lo studio di impatto ambientale, la sintesi non tecnica nonché tutta la documentazione e gli elaborati progettuali necessari per l'acquisizione dei titoli approvativi/autorizzativi necessari per la realizzazione ed esercizio dell'opera in progetto sono consultabili sul sito web dell'Autorità Competente all'indirizzo www.silvia.servizirl.it/silviaweb

Ai sensi dell'art. 27 - bis, comma 4 del d.lgs. 152/2006 chiunque abbia interesse può prendere visione del progetto e della relativa documentazione sul medesimo sito web e presentare osservazioni o ulteriori elementi conoscitivi concernenti la valutazione di impatto ambientale e, ove necessarie la valutazione di incidenza, l'autorizzazione integrata ambientale dell'opera in questione ovvero relativamente agli aspetti della sicurezza disciplinati dal d.lgs. 105/2015, indirizzandoli alla Provincia di Bergamo entro 60 (sessanta) giorni dalla data del presente annuncio.

L'invio delle osservazioni potrà avvenire mediante posta certificata al seguente indirizzo: protocollo@pec.provincia.bergamo.it

(16.09.2019)

 

______________________________________________________________________

Montello S.p.A. -  Insediamento  sito in Comune di Montello - Via Fabio Filzi

Con nota agli atti provinciali prot. n. 15570 del 11.03.2019 integrata con nota Prot. 35037 del 06.06.2019 la Società Montello S.p.A. ha presentato istanza ai sensi dell'art. 23 del d.lgs. 152/2006 e artt. 4 e 5 della L.R. 5/2010, finalizzata al rilascio del Provvedimento Autorizzatorio Unico ai sensi dell'art. 27-bis del medesimo decreto legislativo, relativamente al progetto di modifica delle attività svolte presso l'esistente stabilimento, per la cui realizzazione ed esercizio il proponente ha indicato necessaria l'acquisizione dei seguenti titoli approvativi/autorizzativi, intese, concessioni, pareri, concerti, nulla osta e assensi comunque denominati:
- Modifica Sostanziale all'Autorizzazione Integrata Ambientale (art 29-nonies D.Lgs. 152/06 s.m.i.) - Autorità competente: Provincia di Bergamo;
- Modifica dell'Autorizzazione Unica rilasciata ai sensi dell'att. 12 del D.Lgs. 387/03 — Autorità competente: Provincia di Bergamo;
- Modifica dell'Autorizzazione Unica rilasciata ai sensi dell'art. 8 del D.Lgs. 20/07 - Autorità competente: Provincia di Bergamo;
- Autorizzazione Paesaggistica ai sensi dell'att. 146 comma 2 del D.Lgs. 42/2004 - Autorità competente: Provincia di Bergamo.
- Autorizzazione alla costruzione ed esercizio di linee elettriche con tensione fino a 150 kVolt ai sensi della L.R. n. 52/1982 - Autorità competente: Provincia di Bergamo.

Il progetto proposto consiste sinteticamente:
Piattaforma M1:
- incremento della quantità di rifiuti in conferimento fino a  695.000 t/a di cui:
   - rifiuti organici - FORSU da raccolta differenziata - da destinare a digestione anaerobica fino a 682.700 t/a,
   - rifiuti verdi ligneocellulosici con un minimo 12.300 t/a da destinare, in aggiunta allo strutturante da ricircolo, alla fase di biostabilizzazione aerobica per la produzione di fertilizzante organico conforme al D.Lgs. 75/2010 e s.mi.;
- realizzazione dell'intervento di riconversione dell'impianto di produzione di biogas da FORSU attualmente destinato alla produzione di energia elettrica e termica, in impianto per la produzione di biometano avanzato (R3) prodotto esclusivamente da rifiuti (che potrà ricevere fino all'equivalente di 333.000 t/a di FORSU da raccolta differenziata - EER 200108), con possibile recupero di anidride carbonica.
A valle della digestione anaerobica dedicata, l'intervento prevede l'installazione di 3 moduli di upgrading di biogas in biometano della capacità totale di 4.500 Smc/h, con possibilità di recupero di anidride carbonica (CO2) per utilizzo industriale ed alimentare, tramite 2 moduli di recupero di capacità fino a 6.000 kg/h;
- realizzazione di nuova tubazione e di nuova cabina dedicate al nuovo impianto in riconversione per l'immissione di biometano prodotto nella rete di trasporto SNAM;
- utilizzo di gas metano naturale, oltre la percentuale del 5% già autorizzata, nell'impianto di cogenerazione esistente (attualmente alimentato a biogas da FORSU) costituito da 9 motori (da G100 a G900);
- sostituzione di due torce di emergenza esistenti aventi una potenzialità di 7.700 KW/cad. con altrettante torce aventi una potenzialità di 15.500 KW/cad.;
- utilizzo in continuo del disidratatore a nastro già autorizzato, avente attualmente funzione di riserva, con installazione del relativo sistema di abbattimento particelle;
- utilizzo del vaglio stellare mobile per il controllo a campione del materiale FORSU in conferimento;
- adeguamento ed ottimizzazione del sistema di trattamento e ricircolo acque;
- installazione di una torre evaporativa (scorta installata);
Piattaforma M2:
- aumento da 227.000 t/a a 300.000 t/a, della quantità totale in conferimento di rifiuti plastici (incremento limitato ai codici EER 020104, 150102, 191204 e 200139) destinati indistintamente alle fasi di selezione/recupero/riciclo;
- installazione di due nuovi trituratori del materiale plastico con relativo nastro di carica e di n. 4 nuove vasche di lavaggio (Linee 17, 18, 19 e 20);
- adeguamento ed ottimizzazione del sistema di captazione aria-ambiente interna delle emissioni autorizzate relative al punto di emissione esistente E3;
- realizzazione di nuovo punto di emissione (denominato E29) relativo al sistema di captazione aria ambiente sull'impianto di recupero/riciclo poliolefinici (circuito viola) per trasporti pneumatici, a seguito installazione nuove Linee 17, 18, 19 e 20 e relativi due nuovi estrusori;
- realizzazione di nuova tettoia tamponata lateralmente in area già autorizzata e pavimentata;
- aggiornamento del lay-out della zona terminale SELE1 con riposizionamento della pressa del materiale proveniente dalla selezione;
- adeguamento/ottimizzazione del sistema di trattamento e ricircolo acque.

Il proponente ha inoltre comunicato che il progetto:
- non rientra nelle tipologie elencate nell'Allegato A della legge regionale 2 febbraio 2010 n. 5;
- pur rientrando nelle tipologie elencate nell'Allegato B della lr. 5/2010 al punto 8t) denominato "Modifiche o estensioni di progetti di cui all'Allegato A o all'Allegato B già autorizzati, realizzati o in fase di realizzazione, che possono avere notevoli ripercussioni negative sull'ambiente”, è stato volontariamente assoggettato a V.I.A. da parte del Proponente;
- necessita di autorizzazione paesaggistica per gli interventi da eseguire in area vincolata:
   - realizzazione di nuova tettoia tamponata lateralmente in area già autorizzata e pavimentata,
   - aggiornamento del lay-out della zona terminale SELE1 con riposizionamento della pressa del materiale proveniente dalla selezione.

Il progetto e lo studio di Impatto Ambientale sono pubblicati sul sito web Regionale https://www.silvia.servizirl.it/silviaweb/ (codice procedura VIA0052-BG); sono inoltre depositati per la pubblica consultazione anche presso:
- Provincia di Bergamo - Settore Ambiente - via G. Sora, 4 - Bergamo;
- Comune di Montello, Via Adriano Brevi, 2.

Entro il 11.08.2019 (60 giorni dalla pubblicazione dell'avviso di deposito sul sito web dell'autorità competente), chiunque abbia interesse può far pervenire le proprie osservazioni:
- via posta elettronica: segreteria.energia @provincia.bergamo.it; 
- via posta elettronica certificata: protocollo@pec.provincia.bergamo.it.


 Società Agricola Pascolotto Srl - Insediamento sito in loc. Cascina Pascolotto in Comune di Fontanella (BG)

Con nota agli atti provinciali prot. n. 4936 del 26.01.2018, integrata con note in atti provinciali ai nn. 49188 del 03.08.2018 e 54115 del 03.09.2018 e con nota prot. n. 80955 del 21.12.2018, la Società Agricola Pascolotto Srl ha inoltrato istanza ai sensi dell'art. 23 del d.lgs. 152/2006 e artt. 4 e 5 della L.R. 5/2010, finalizzata al rilascio del Provvedimento Autorizzatorio Unico ai sensi dell'art. 27 bis del medesimo decreto legislativo, relativamente al progetto di ampliamento dell'allevamento suinicolo all'ingrasso esistente per la cui realizzazione ed esercizio il proponente ha indicato necessaria l'acquisizione dei seguenti titoli approvativi/autorizzativi, intese, concessioni, pareri, concerti, nulla osta e assensi comunque denominati:
• Autorizzazione Integrata Ambientale ai sensi del D.Lgs. 152/2006 - Autorità competente: Provincia di Bergamo (modifica sostanziale dell'AIA rilasciata con D.D. n. 1265 del 16.06.2015;
• Permesso di Costruire ai sensi della L.R. 12/2005 per la realizzazione delle opere - Autorità competente: Comune di Fontanella.

Il progetto proposto consiste sinteticamente nell'ampliamento dell'allevamento suinicolo all'ingrasso esistente per un numero di capi aventi peso superiore ai 30 kg maggiore di 3.000 da attuarsi mediante la realizzazione di:
1. n. 4 nuove porcilaie per la fase di ingrasso;
2. una nuova porzione di porcilaia per la fase di ingrasso (in ampliamento di porcilaia esistente);
3. una nuova porcilaia destinata alla fase di magronaggio (in ampliamento di fabbricato esistente);
4. n. 4 nuovi sili per lo stoccaggio del mais verde,
5. n. 3 vasche stoccaggio liquame;
6. demolizione di rustici e fabbricati rurali dismessi esistenti.
Nella configurazione finale di progetto l'allevamento avrà una capacità complessiva potenziale di allevamento pari a n. 15.112 capi di peso superiore a kg. 30.
Entro il 15.03.2019 (60 giorni dalla pubblicazione dell'avviso di deposito sul sito web dell'autorità competente), chiunque abbia interesse può far pervenire le proprie osservazioni:
• Via posta elettronica: segreteria.ippc @provincia.bergamo.it; 
• Via posta elettronica certificata: protocollo@pec.provincia.bergamo.it.



 

Per inviare osservazioni

(12.06.2019)