Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Ambiente / Aree protette e biodiversitą
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Valle di Piazzatorre - Isola di Fondra (codice IT2060002)



Provincia:
Bergamo
Comuni: Branzi, Isola di Fondra, Lenna, Moio de' calvi, Olmo al Brembo, Piazza Brembana, Piazzatorre, Piazzolo, Valnegra
Ente gestore: Parco Orobie Bergamasche
Area: 2.511,2 ettari
Regione bio-geografica: Alpina
Altitudine: 600/2.291 metri sul livello del mare
Aree Protette: Parco Regionale delle Orobie Bergamasche

L'area è localizzata nel più ampio bacino della Valle Brembana, a nord della Piana di Lenna e della confluenza dei due rami del fiume Brembo.
Il perimetro, definito in larga misura dai due rami del fiume Brembo (di Mezzoldo a ovest e di Carona a est), avente come baricentro il monte Torcola, si articola dalle pendici del Costone a nord fino a spingersi agli abitati di Piazza Brembana e a Valnegra a sud, e dagli abitati di Piazzatorre e Piazzolo a est fino a quello di Isola di Fondra a ovest.
Il sito è caratterizzato da una elevata diversità ambientale con presenza di estese aree boscate anche a bassa quota: dalle peccete dei versanti nord-occidentali, si contrappongono faggete ed acero-tiglieti dei versanti sud-orientali.
Nel settore settentrionale, alle quote maggiori, lungo le pendici assai articolate del monte Secco, si sviluppano peculiari cenosi (vegetazione dei ghiaioni alpini e delle rupi...), mentre le zone centrali del sito, le più interessate da attività turistiche, sono occupate per ampi tratti da vegetazione erbacea (soprattutto pascoli).
Ad incrementare ulteriormente la diversità complessiva contribuiscono anche i prati da sfalcio, che però, soprattutto alle quote maggiori, sono in fase di abbandono.
Nel territorio sono presenti pochi nuclei abitati localizzati lungo il versante sud-orientale (Pusdosso, Cornelli, Foppa).
Al contrario è particolarmente sviluppata la rete sentieristica che, associata alla presenza di piste forestali e di elettrodotti, incide sul disturbo e la frammentazione degli habitat.

QUALITA' E IMPORTANZA
Buona la qualità complessiva del sito, caratterizzato da elevata varietà e discreta struttura degli habitat; estremamente significativo il fatto che il sito costituisca una delle ultime aree di presenza di Tetrao urogallus nel versante meridionale delle Alpi Orobie.
L'importanza faunistica dell'area è notevole: sono presenti i tetraonidi Tetrao tetrix e Bonasa bonasia. Tra gli strigiformi si segnalano Bubo bubo e Aegolius funereus, quest'ultimo legato a Dryocopus martius, presente in zona. Questo picide assieme alle altre citate costituisce un ottimo indicatore della qualità forestale. Nel complesso del Sito sono ben rappresentate tutte le specie di avifauna a distribuzione boreoalpina e eurosibirica.

VULNERABILITA'
Il mantenimentodella diversità nell'assetto forestale, in termini di età degli elementi arborei, di composizione floristica e densità, risultano di importanza determinante per la conservazione di Tetrao urogallus. Parimenti dovrebbero essere disciplinate le diverse forme di azione antropica.

19 marzo 2009