Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Politiche sociali / Interventi in campo sociale
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Premiazione. Progettare senza barriere

Martedì 8 giugno 2004 ore 12.30, presso l'Ufficio di presidenza della Provincia di Bergamo in via Tasso 8, avrà luogo la cerimonia di consegna del premio Progettare senza barriere: una piazza accessibile a tutti, giunto alla seconda edizione e promosso dalla Provincia di Bergamo - settore Politiche sociali, che prevede riconoscimenti per un valore complessivo di 7.500 euro.

Il premio Progettare senza barriere è stato istituito dalla Commissione provinciale per l'abbattimento e il superamento delle barriere architettoniche allo scopo di promuovere la ricerca e l'elaborazione di modalità innovative e creative di superamento delle barriere, con l'intenzione di dare visibilità e rilievo a quanto intrapreso concretamente da chi si misura con la progettazione e la realizzazione di migliorie da apportare a edifici e spazi del nostro territorio.

La Commissione ha individuato nel progetto denominato Piazza Accademia Carrara di Bergamo elementi che meglio soddisfano i criteri sopraindicati, assegnando il premio di 7.500,00 euro ai progettisti ing. Nervi Giovanni e arch. Capitanio Remo.
Il progetto premiato intende risolvere le problematiche che la Piazza Accademia Carrara di Bergamo presenta soprattutto dal punto di vista dei percorsi pedonali, non adatti ad accogliere persone diversamente abili, e del traffico veicolare, riorganizzando i flussi dei percorsi di vario genere, rendendoli più sicuri e più facilmente agibili.

La Commissione, dopo aver rilevato che i progetti presentati risultano apprezzabili e meritevoli di attenzione quali esempi di sistemazione di piazze urbane, ha effettuato una valutazione comparativa tenendo conto dei criteri di seguito elencati:
- vengono valutate le problematiche relative alle barriere architettoniche prese in considerazione nel progetto con particolare riferimento alle difficoltà esecutive e all'impatto urbano delle opere da realizzare;
- viene valutata l'interpretazione del quadro normativo vigente finalizzata al rispetto dei vincoli normativi esistenti per le varie problematiche analizzate;
- viene valutata l'effettiva applicabilità delle proposte progettuali al caso specifico e la possibilità di estensione delle singole proposte a casi analoghi;
- viene valutata l'individuazione di percorsi accessibili che non generino una separazione tra normodotati e non;
- viene valutato l'impatto economico del progetto di qualità con particolare riferimento all'onere economico dei singoli interventi mirati all'eliminazione delle barriere architettoniche in relazione agli effettivi benefici per tutti i fruitori. Verrà inoltre valutato il raffronto di rapporti costo/qualità con valutazioni economiche articolate per scelte progettuali alternative;
- viene valutata l'attenzione posta alle esigenze legate all'età evolutiva, agli handicap transitori e all'estensione dell'interesse progettuale non solo alle barriere architettoniche ma anche a quelle sensoriali, percettive e psicologiche;
- viene valutata la capacità di puntare non solo alla specializzazione ed alla creazione di una struttura ad hoc, ma anche alla normalizzazione e all'inserimento dei disabili favorendo la loro integrazione sociale.

Alla cerimonia di premiazione parteciperanno il presidente della Provincia, Valerio Bettoni, e l'assessore provinciale alle Politiche sociali, Bianco Speranza.

Vedi il bando del premio