Logo Provincia di Bergamo
Benvenuti nel sito della Provincia di Bergamo

Salta la navigazione principale

Sei in: Home / ATTIVITA' / Politiche sociali / Immigrazione
Acarattere piccolo - Acarattere medio - Acarattere grande
|
  data odierna:   
|

Pubblicazione: Povertà e vulnerabilità sociale in provincia di Bergamo

Copertina pubblicazione in campo verde con immagine di una famiglia in cammino
Povertà e vulnerabilità sociale in provincia di Bergamo  

a cura di Silvano Gherardi
con la collaborazione di
Alessandra Castagnero e Maria Bezze della Fontazione Zancan
Anno 2004
pagine 220

Il presente quaderno rappresenta il rapporto conclusivo della ricerca promossa dalla sezione Nuove Povertà dell'Osservatorio Politiche sociali della Provincia di Bergamo ed affidata, per la sua realizzazione ed elaborazione, alla Fondazione E. Zancan di Padova, centro autorevole di studio, ricerca e sperimentazione nell'ambito delle politiche sociali, sanitarie, educative, dei sistemi di welfare e dei servizi alla persona.
Tale indagine si propone di tentare di aprire lo sguardo sull'esplorazione di realtà/fenomeni complessi ed articolati quali quelli che possono essere ricompresi nei mondi della povertà e vulnerabilità sociale, così come risultano caratterizzati in generale nello scenario nazionale ma più in particolare qui nella provincia di Bergamo.
La Provincia, con l'Osservatorio Politiche sociali in essa istituito, ha inteso con questo lavoro garantire lo svolgimento delle funzioni riservatele dalla L 328/00 (art. 7,1 ,a-b], in ordine alla ... raccolta delle conoscenze e dei dati sui bisogni e sulle risorse rese disponi 'li dai comuni e da altri soggetti istituzionali presentì in ambito provinciale per concorrere all'attuazione del sistema informativo dei servizi sociali; all'analisi dell'offerta assistenziale per promuovere approfondimenti mirati sui fenomeni sociali... .
Al centro dell'attenzione di questo quaderno vi è il fenomeno povertà, anzi le molte facce della povertà. Tate "oggetto" di studio, secondo le forme e i modi con cui è stato tematizzato in questo contributo conoscitivo, incrocia inevitabilmente anche quelli di altre sezioni dell'Osservatorio citato o comunque altre aree di lavoro del settore Politiche sociali: immigrazione, anziani, minori e famiglia, handicap, ai cui prodotti si rimanda per eventuali ulteriori approndimenti specifici.
In questa pubblicazione si parla di povertà e vulnerabilità sociale perché la povertà/le povertà oggi non presentano più solo il volto duro dell'esclusione sociale, che peraltro non si dimentica.. Entrano invece nella vita delle persone con le sembianze apparentemente più leggere del disagio, della precarietà, della fragilità personale e/o sociale: condizioni queste che possono connaturarsi nelle situazioni lavorative, nelle reti tradizionali di appartenenza, negli stessi sistemi di tutela e/o che possono dipendere da eventi personali improvvisi ed imprevisti la cui evenienza fa sentire tutti quanti almeno un pò esposti ed instabili.
Certo non si ha la presunzione di avere fornito un quadro esaustivo della situazione attuale e locale rispetto al tema della povertà e vulnerabilità sociale. Si presentano invece diversi spaccati del fenomeno - che si spera diventino spunti per esplorazioni ulteriori - a partire da analisi derivate da rilevazioni indirette sul campo e dalle elaborazioni compiute su documenti resi disponibili da alcuni servizi afferenti alle realtà sociali.
Questa pubblicazione è stata realizzata grazie alla fattiva collaborazione tra il settore Politiche sociali della Provincia, il Settore Formazione Economia e Lavoro, l'ASL, la Caritas, i referenti dei Servizi Sociali dei comuni della bergamasca, gli Uffici di Piano, l'INPS, la Prefettura che si ringraziano sentitamente.
Si auspica che il contributo competente di questo lavoro possa essere valorizzato anche per cercare di promuovere e programmare politiche adeguate per una materia così complessa. Come sottolinea il Rapporto sulle politiche contro la povertà e l'esclusione sociale, 2003 della Commissione d'indagine ministeriale, in tal senso, si dovrebbe investire sinergicamente su aspetti diversi: le politiche di sostegno alle realtà familiari, le politiche dell'istruzione, del lavoro, socio-educative ed assistenziali, previdenziali e di protezione sociale.

La pubblicazione è disponibile
presso la Provincia di Bergamo
Settore Politiche sociali
telefono 035.387.656